Terapia medica ottimale nell’arteriopatia periferica (PAD): riduzione del rischio di complicanze maggiori cardiovascolari e a livello degli arti

Con il presente vademecum, a cura del Dott. Emanuele Valeriani del Policlinico Umberto I di Roma, si intende suggerire l’importanza dell’aderenza alle più recenti evidenze scientifiche per favorire un...

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Riparare e rigenerare le cellule cardiache: ora è possibile

Un gruppo di scienziati ha messo a punto un protocollo, in grado di riparare le cellule cardiache e rigenerarle anche a seguito di un infarto

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Intensificazione del trattamento per la riduzione del colesterolo LDL nei soggetti ad alto/molto alto rischio cardiovascolare

Una delle principali indicazioni contenute nelle Linee Guida per ridurre il rischio cardiovascolare riguarda la riduzione del colesterolo LDL (LDL-C). In considerazione della difficoltà a raggiungere...

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Profilassi del TEV in gravidanza ed allattamento: uso dell’eparina a basso peso molecolare

È noto che le donne in gravidanza hanno un rischio TEV 5-6 volte più elevato delle donne non gravide, e che questo aumenta ulteriormente durante il puerperio. La profilassi primaria con eparina (prefe...

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

PCSK9i: nuove soglie LDL-C e l’evoluzione della prescrivibilità in prevenzione secondaria

In questo video la Dottoressa Ada Maffettone, Responsabile ambulatorio metabolico: obesità, diabete, dislipidemie dell’AORN Ospedali dei Colli (Napoli) ci parla di come AIFA abbia abbassato i valori s...

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Ipertensione e rischio infezione grave da Covid-19: le ultime evidenze scientifiche

Recenti evidenze scientifiche hanno dimostrato come l’ipertensione possa aumentare il rischio di comparsa di sintomi gravi di infezione da Sars-Cov-2, nella sua variante Omicron

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Switch da insuline basali di prima generazione a insuline di seconda generazione: differenze e vantaggi

Le insuline basali di seconda generazione presentano dei profili farmacocinetici e farmacodinamici più stabili e una più lunga durata d’azione rispetto agli analoghi dell’insulina di prima generazione...

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Insonnia indotta da stress persistente

Lo stress, di tipo cognitivo o fisiologico, è in grado di alterare la qualità del sonno di un individuo e ciò dipende dal differente grado di resilienza dei vari sistemi psiconeurobiologici ai vari se...

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Demenza: indagata la correlazione con diabete e ipertensione

Uno studio irlandese pubblicato su Neurology ha analizzato le correlazioni tra diabete, ipertensione, ictus e malattie cardiache con lo sviluppo di demenza. Gli interessanti risultati, nonostante deb...

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Il ruolo degli iPCSK9 nei pazienti con SCA recente

Negli ultimi anni, importanti studi clinici hanno dimostrato l’efficacia delle terapie con iPCSK9 nel ridurre i livelli di LDL-C a valori inferiori rispetto a quelli raggiungibili con trattamento inte...

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Insulina Cerebrale: come influisce sul peso e sulla distribuzione del grasso corporeo

Uno studio pubblicato su Nature ha dimostrato l’importanza della responsività del cervello all’insulina. I risultati emersi da questa ricerca indicano che la risoluzione della resistenza all’insulina...

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Scoperta nuova area del cervello che controlla il senso di sazietà

È stata identificata una nuova area del cervello legata al controllo della fame con cui si spiega come la colecistochinina (CCK), ormone gastrointestinale, induca senso di sazietà

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

La corrispondenza negativa tra SARS-CoV-2 e diabete

A seconda del grado di severità della patologia diabetica il Long Covid può peggiorare lo stato di salute del paziente diabetico. Le persone con diabete e obese che contraggono l’infezione hanno un ri...

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

In supporto del trattamento individualizzato per la terapia con inibitori P2Y12 dopo sindrome coronarica acuta

Il concetto di personalizzazione delle terapie subisce una forte crescita in quanto è stato dimostrato che le medicine standard non sempre sono la miglior soluzione

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Insonnia e adolescenza

Le modificazioni fisiologiche della struttura ipnica e del ritmo sonno-veglia dell’età adolescenziale determinano dei profondi e significativi cambiamenti nelle caratteristiche del sonno. La fisiologi...